* EXTRA5 *
SCONTO del 5% per acquisti di almeno EUR 100 su Vini e Distillati
APPROFITTA del COUPON a fine carrello !!!

VERNACCIA S. Gimignano 2022 ROCCA DELLE MACIE

7,40 €
Disponibile
Solo 12 rimasto/i

Scheda prodotto

Scheda prodotto
Cod.Art. 5VCB22
Denominazione Vernaccia San Gimignano DOCG
Consumo per Fascia d'età > 18
Allergeni Contiene Solfiti
Annata 2022
Gradazione (% Vol.) 13
Formato (cl./gr.) 75
Composizione / Uvaggio Vernaccia di San Gimignano
Temperatura Servizio 8 - 10°
Tempo Conservazione di lunga durata
Scadenza No
Abbinamenti Pesce
Marchio Rocca delle Macie
Produttore Rocca delle Macie
Paese di Produzione Italia
Regione Toscana
Tipologia Contenitore IT Bottiglia
Quantità x Confezione 1
Tipologia Vino Bianco
Dettagli
Le uve attentamente selezionate nella ristretta zona di coltivazione dell’omonimo vitigno nel comune di San Gimignano, vengono vinificate secondo i metodi più avanzati di fermentazione nelle cantine scelte dagli esperti di Rocca delle Macìe nella zona di produzione. II vino viene imbottigliato nelle cantine di Rocca delle Macìe. Caratteristiche organolettiche Colore: giallo paglierino. Profumo: fruttato, fine e persistente. Sapore: fresco e di buona struttura con leggero retrogusto di mandorle amare. Servire a una temperatura di 12 °C, in accompagnamento a piatti a base di verdure, pesce o carni delicate. Gradazione : 13 % vol.
Descrizione produttore
rocca delle macie
VITICOLTORI NEL CHIANTI CLASSICO DAL 1973
Rocca delle Macìe nasce nel 1973, quando Italo Zingarelli, il produttore cinematografico di “C’eravamo tanto amati” di Ettore Scola, e anche della fortunatissima serie di film con la coppia Bud Spencer e Terence Hill (tra cui “Lo Chiamavano Trinità” e “Continuavano a Chiamarlo Trinità”), decise di coronare il sogno della sua vita acquistando la tenuta “Le Macìe” – 93 ettari di cui solo due coltivati a vigneto – per dare vita ad un’azienda vitivinicola nel cuore del Chianti Classico.
L’amore e la passione per la terra toscana vengono tramandate da Italo ai figli Sergio, Sandra e Fabio. Nel 1985, infatti, Sergio inizia a lavorare con il padre e dal 1989, affiancato dalla moglie Daniela, assume la guida dell’azienda. Da allora, Sergio, in collaborazione anche con la sorella Sandra, consolida e sviluppa l’azienda paterna imponendola definitivamente all’attenzione mondiale con vini che ottengono numerosi riconoscimenti sia in Italia sia all’estero.