Contattaci Telefono
0Item(s)
0 Articoli Vai al carrello

Non hai articoli nel carrello.

Product was successfully added to your shopping cart.
  • SASSOALLORO Toscana IGT 2016 Jacopo Biondi Santi SASSOALLORO Toscana IGT 2016 Jacopo Biondi Santi

SASSOALLORO Toscana IGT 2016 Jacopo Biondi Santi

Breve descrizione

Vinificazione e affinamento: Coltivato su terreni collinari ricchi di galestro la vinificazione avviene in serbatoi di acciaio con temperature controlate simili a quelle adottate per i vini bianchi (20-22°C) per ottenere un aroma fresco e floreale. Dopo il completamento della fermentazione malolattica il vino viene maturato in barriques di rovere francese non tostate per 14 mesi e lasciato affinare in bottiglia per almeno 6 mesi prima della comercializzazione. Abbinamento: Si accompagna a carni rosse arrostite pesci di scogli al forno.  
Servire a 18-20° C.
Gradazione Vol. 13,5%
Formato 75 cl.
17,60 €

Disponibilità: Non disponibile

Ulteriori informazioni

SKU 4SAS16
Produttore Biondi Santi
Tipologia Vino Rosso
Regione Toscana
Carta dei Vini Sangiovese
Anno 2016
Dati Tecnici Vinificazione e affinamento: Coltivato su terreni collinari ricchi di galestro la vinificazione avviene in serbatoi di acciaio con temperature controlate simili a quelle adottate per i vini bianchi (20-22°C) per ottenere un aroma fresco e floreale. Dopo il completamento della fermentazione malolattica il vino viene maturato in barriques di rovere francese non tostate per 14 mesi e lasciato affinare in bottiglia per almeno 6 mesi prima della comercializzazione. Abbinamento: Si accompagna a carni rosse arrostite pesci di scogli al forno.   Servire a 18-20° C. Gradazione Vol. 13,5% Formato 75 cl.
Gradazione 13,5% Vol.
Temperatura Servizio 18 - 20°
Tempo Conservazione di lunga durata
Composizione / Uvaggio Sangiovese
Descrizione Azienda
BIONDI SANTI Un racconto che affonda le proprie radici nell’Ottocento, con le prime prove di vinificazione da parte di Clemente Santi, colui che dedicò gran parte della sua vita allo studio del sangiovese e che vide premiato il suo “vino rosso scelto” - di fatto Brunello - all’Esposizione Universale di Parigi del 1865. Un cammino che da allora non si è più fermato, e che ha consacrato la cantina come indiscussa leader di tutta la zona il cinese, esempio di tradizione a cui tutti guardano ancora oggi con ammirazione. I vini che escono ogni anno dalla Tenuta Greppo sono, infatti, ancora oggi considerati come alcuni dei più grandi vini del mondo, modelli di eleganza e di longevità. Con piante che, in alcuni casi, superano anche gli ottanta anni d’età, la Tenuta Greppo può contare oggi su un’estensione vitata di venticinque ettari, in cui si incontrano solo ed esclusivamente piante di sangiovese grosso. Le rese per ettaro sono bassissime, e si attestano tra i 30 e i 50 quintali, per una produzione annua che raramente supera le 80mila bottiglie, comprese le 10mila bottiglie di Brunello di Montalcino Riserva, prodotte solamente nelle annate qualitativamente eccezionali. In cantina, arrivano solo le uve di prima scelta, provenienti da vigneti che hanno almeno dieci anni d’età per il Brunello d’annata, e da piante di oltre venticinque anni per la Riserva. Poi la lavorazione, che inizia con la diraspatura, seguita dalla pigiatura e dalla fermentazione, svolta in tini e vasche di cemento a temperatura controllata. Infine, dopo la fermentazione malolattica, inizia l’invecchiamento in grandi botti di rovere di Slavonia, e da ultimo l’imbottigliamento, che avviene non prima di quattro anni dalla vendemmia.Pochi passaggi, semplici, nel segno della più rigida ed essenziale delle tradizioni, per un Brunello, quello di Biondi Santi, che incontra il suo segreto nelle sue più antiche origini, nel corso dei secoli rinnovatesi di stagione in stagione, verso un prestigio e una fama internazionali che a oggi non conoscono limiti.
  1. Recensisci per primo questo prodotto

Scrivi la tua recensione

Spesso comprati insieme