Champagne APANAGE Blanc de Blancs POMMERY

46,70 €
Disponibile

Scheda prodotto

Scheda prodotto
Codice prodotto 8BBP75
Tipologia Champagne
Consumo per Fascia d'età > 18
Annata NV
Gradazione 12,5 % Vol.
Formato 75 cl
Composizione / Uvaggio Chardonnay 100%
Temperatura Servizio 8 - 10°
Tempo Conservazione di lunga durata
Scadenza No
Abbinamenti Aperitivo
Produttore Pommery
Regione Estero
Dettagli
Questa cuvée è stata realizzata da una meticolosa selezione di uve chardonnay che forniscono una buona vivacità e una ricca complessità. Indispensabile per ogni grande cuvée, lo chardonnay è un vitigno prezioso per lo champagne che sa esattamente come offrire agli champagne Pommery delicatezza, eleganza e freschezza. Al palato si ritrova l'eleganza e la freschezza rivelate al naso. Il cuore della degustazione è di una rettitudine esemplare. Prendono il sopravvento gli aromi di agrumi e frutta bianca (mela fresca). L'equilibrio del finale rivela perfettamente il sapore sottile del pompelmo giallo. Di notevole eleganza. Sottili note floreali di gelsomino e acacia sono armoniosamente abbinate a delicate note di tiglio. Formato 75 cl. Gradazione 12,5 % Vol.
Descrizione produttore
Pommery Champagne

Nel 1858, Madame Pommery ha assunto la direzione di Pommery & Greno dopo la morte del marito. Ha basato l'ampliamento della sua casa sulla creazione di vini diversi da tutti gli altri, con una richiesta costante: la qualità spinta all'estremo. Consapevole di quanto fosse importante l'origine delle uve per la qualità dei suoi vini, negli anni ha costruito una collezione dei migliori vigneti di tutta la Champagne.

In materia di gusto era in anticipo sui tempi. Fu lei a creare nel 1874 Pommery Nature, il primo champagne brut a riscuotere un successo commerciale, rompendo così con la tradizione del vino molto dolce. Una donna in un mondo di uomini, ha impresso la sua personalità sui suoi champagne. La purezza e la finezza dei vini Pommery perpetuano questa eredità.

Madame Pommery, volendo offrire ai consumatori inglesi un vino unico, prevalentemente “secco”, ha deciso di investire in una nuova sede strategica che riunisse tutte le condizioni ottimali di produzione. Nel luglio 1868, Madame Pommery lanciò a Reims quello che sarebbe stato il più grande progetto di costruzione del secolo, la trasformazione delle cave di gesso in cantine vinicole. I minatori francesi e belgi hanno scavato 18 chilometri, 30 metri sotto terra, di gallerie interconnesse formate da volte a botte e volte a crociera. È una gigantesca città sotterranea. Gustave Navlet ha adornato le piazze, formate da antichi pozzi, con immense sculture in bassorilievo che accentuano la bellezza surreale di queste grandiose gallerie, che sono proiettate in un crepuscolo permanente. Uno splendido scalone monumentale di 116 gradini è l'unico collegamento tra questo mondo sotterraneo e quello esterno.

La società inglese ha dato il tono al mondo intero. Madame Pommery ha invitato i suoi architetti a trarre ispirazione dallo stile preferito degli inglesi. Lo stile neogotico elisabettiano era molto popolare a Reims, con le sue torrette, merlature e torri del mastio e cravatte in mattoni rossi ricoperte da una facciata grigio-blu. Tuttavia, lo spirito d'avanguardia era ancora prominente. Costruiti su un piano aperto a forma di H, gli edifici erano disposti in contrasto con la tradizione architettonica della Champagne, secondo la quale le case dovevano essere rivolte verso l'interno su se stesse, come i palazzi francesi del XVIII secolo. C'era comunque un motivo concreto per l'open space: rendeva più facile l'espansione futura. È anche caratteristico di una certa filosofia di abbattere le barriere, invitare le persone ad entrare, aprirsi al mondo esterno e aprire il mondo.

Abbiamo trovato altri prodotti che ti potrebbero interessare!