Alto Adige confezione HOFSTATTER da 4 BOTTIGLIE

52,50 €

Massimo: %s caratteri

Disponibile

Scheda prodotto

Scheda prodotto
Tipologia Confezione da 4 bottiglie
Descrizione Cesta Confezione da 4 bottiglie composta da: 1 MECZAN PINOT NERO ALTO ADIGE ROSSO Trentino 75 cl. 1 LAGREIN ALTO ADIGE ROSSO Trentino 75 cl. 1 DE VITE ALTO ADIGE BIANCO Trentino 75 cl. 1 GEWURZTRAMINER JOSEPH BIANCO Trentino 75 cl.
Produttore Hofstatter
Regione Trentino Alto Adige
Dettagli
Confezione da 4 bottiglie composta da: 1 MECZAN PINOT NERO ALTO ADIGE ROSSO Trentino 75 cl. 1 LAGREIN ALTO ADIGE ROSSO Trentino 75 cl. 1 DE VITE ALTO ADIGE BIANCO Trentino 75 cl. 1 GEWURZTRAMINER JOSEPH BIANCO Trentino 75 cl.
Descrizione produttore
hofstatter Josef Hofstätter, fabbro di professione, gestiva un piccolo ristorante con la moglie Maria e produceva il vino nella sua cantina. Ben presto egli si rese conto che il commercio del vino poteva essere un’attività redditizia. Fu così che nel 1907 fondò la propria azienda vinicola. Quando Josef Hofstätter morì, senza aver avuto figli, toccò a sua moglie il compito di gestire l’attività, assistita dal fidato collaboratore Konrad Oberhofer. In seguito, Konrad Oberhofer sposò Luise, nipote di Maria Hofstätter, e prese in mano le redini dell’azienda. Oberhofer fu uno dei primi viticoltori a vendere il vino in bottiglia, anziché sfuso in botti. Fu sempre sua l’intuizione di vinificare separatamente le uve provenienti da ogni singolo vigneto, indicando in bottiglia la loro origine geografica. Nel 1959 Paolo Foradori, membro di una nota famiglia di vignaioli, sposò Sieglinde, l’unica figlia di Luise e Konrad Oberhofer. Grazie a questo matrimonio, J. Hofstätter estese le sue proprietà ad alcune delle tenute più vocate per la produzione di Pinot Nero: i masi Barthenau, Oberyngram e Unteryngram. Da allora l‘azienda possiede e coltiva vigneti sia sul versante est che su quello ovest della Valle dell’Adige, cosa unica in Alto Adige per una cantina a conduzione familiare. Paolo Foradori fu il primo in Alto Adige ad contrassegnare i suoi vini con la menzione “Vigna”, introducendo così la filosofia di “vigneto scelto”, simile alla classificazione della Borgogna. Con il Pinot Nero “Vigna S. Urbano” egli contribuì al successo di questa varietà nella zona di Mazon, in Alto Adige e in Italia. Martin Foradori Hofstätter, figlio di Sieglinde e Paolo Foradori, ha iniziato a condurre l’azienda negli anni Novanta. A lui è toccato il compito di traghettarla verso una nuova era, modernizzando e ampliando i locali della cantina e creando nuovi servizi come l’enoteca, i ristoranti Hofstätter Garten e Alte Post e il giardino-vigneto del Gewürztraminer che accoglie appassionati e turisti in ogni stagione.